Ultimenotizie

IMU 2021

Notizie dal Comune

IMU 2021

Si informa che: Vista la legge 27 dicembre 2019, n. 160 (legge di bilancio 2020)   IL 16 GIUGNO       deve essere effettuato il versamento dell’ACCONTO IMU dovuta per l’anno d’imposta corrente.   Sono soggetti passivi IMU il proprietario di immobili, inclusi i terreni e le aree edificabili, a qualsiasi uso destinati, ivi compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa, ovvero il titolare di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi. Sono escluse dal pagamento: le abitazioni principali e pertinenze della stessa (nella misura massima di una per ciascuna categoria C2, C6 e C7), ad eccezione delle abitazioni classificate nelle categorie A/1, A/8 e A/9; i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, iscritti alla previdenza agricola, comprese le società agricole ed i terreni agricoli di cui alle lett. b), c) e d) del comma 758 della Legge 160/2019. Per l’unità immobiliare concessa dal soggetto passivo in comodato ai parenti in linea retta di primo grado che la utilizzano come abitazione principale è prevista la riduzione del 50% della base imponibile, qualora sussistano le altre condizioni previste dall’art. 1, comma 747, lett. c), della legge 27 dicembre 2019, n. 160. La suddetta agevolazione IMU per le case concesse in comodato d'uso gratuito ai parenti in linea retta di primo grado si estende, in caso di morte del comodatario, al coniuge di quest'ultimo, ma solo se sono presenti figli minori. E RATE DI VERSAMENTO   Il pagamento IMU dovrà essere effettuato in 2 rate (prima rata, 50%, entro il 16 giugno – seconda rata, a conguaglio, entro il 16 dicembre). È ammesso il pagamento in unica soluzione entro il 16 giugno. Dal 2021 la rata di acconto è pari all’imposta dovuta per il primo semestre, sempre calcolata facendo riferimento alle aliquote dell’anno precedente. Il saldo è calcolato con riferimento agli immobili posseduti nel secondo semestre dell’anno in corso e include il conguaglio anche sulla prima rata per tener conto delle aliquote deliberate nell’anno. PER EMERGENZA COVID-19 Esenzione della prima rata IMU 2021 per gli immobili adibiti ad attività di tipo turistico o di intrattenimento, secondo le regole già applicate nel 2020. L’articolo 1, comma 599, della legge di bilancio 2021 (legge 178/2020) conferma, seppure in parte, la disciplina di favore dettata dalla normativa emergenziale in materia di IMU. A questa, si aggiunge l’esenzione già disposta dall’articolo 78 del Dl 104/2020, per gli anni 2021 e 2022, con riferimento alle unità destinate a cinema e teatri. La legge di Bilancio 2021 ha stabilito l’esonero dal pagamento della prima rata con riferimento alle seguenti fattispecie: immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali; immobili rientranti nella categoria catastale D/2 (alberghi e pensioni) e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed and breakfast, dei residence e dei campeggi; immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni; immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night club e simili. Con eccezione degli immobili di cui alle lettere a) e c), per tutte le altre ipotesi l’esonero deve rispettare la regola secondo cui il gestore deve coincidere con il soggetto passivo del tributo. Ai sensi dell'art. 78 del D.L. 104/2020 l'IMU non è dovuta per gli anni 2021 e 2022 per gli immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate. Il D.L. “Sostegni” ha esentato dal pagamento della prima rata dell’IMU 2021 i soggetti destinatari del contributo a fondo perduto disposto dal medesimo provvedimento. PER EMERGENZA COVID-19   Comune di Cleto       AGEV PENSIONATI ESTERI Il comma 48 dell’articolo 1 della L. 178/2020 prevede una riduzione IMU per i titolari di pensioni maturate all’estero. Dal 1 gennaio 2021, l’IMU dovuta sull’unica unità immobiliare non locata o concessa in comodato, posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia da soggetti non qui residenti e titolari di pensione maturata con Stati per i quali è presente una Convenzione contro le doppie imposizioni siglata con l’Italia, viene applicata una riduzione pari alla metà dell’IMU dovuta.   PER IL VERSAMENTO (Risoluzione Agenzia delle Entrate n. 29/E del 29 maggio 2020) CODICE CATASTALE DEL COMUNE C795 CODICI IMU PER IL VERSAMENTO DELL’IMPOSTA CON F24 ED F24 SEMPLIFICATO: DESCRIZIONE CODICE TRIBUTO COMUNE STATO IMU - imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze 3912 - IMU - imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale 3913   IMU - imposta municipale propria relativa ai terreni 3914   IMU - imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - STATO   3925 IMU - imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - INCREMENTO COMUNE 3930   IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili 3916   IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati 3918   IMU - imposta municipale propria per i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita 3939     INFORMAZIONI Gli uffici del Servizio Tributi sono a disposizione per ogni ulteriore informazione.  

Assegno di Maternità

Notizie dal Comune

Assegno di Maternità

L'assegno di maternità di base, anche detto "assegno di maternità dei comuni", è una prestazione assistenziale concessa dai comuni e pagata dall'INPS ai sensi dell’articolo 74 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 51. L'assegno non è cumulabile con altri trattamenti previdenziali, tranne se si ha diritto a percepire dal comune la quota differenziale. L'importo dell'assegno è rivalutato ogni anno per le famiglie di operai e impiegati sulla base della variazione dell'indice dei prezzi al consumo ISTAT. L'Istituto pubblica ogni anno l'importo nella circolare sui salari medi convenzionali. Per l’anno 2021 l’importo della prestazione (in misura piena) è pari a 348,12 euro mensili. Per Maggiori informazioni cliccare sul link

Assegno ai nuclei familiari numerosi (ANF)

Notizie dal Comune

Assegno ai nuclei familiari numerosi (ANF)

È un contributo economico erogato dall’I.N.P.S. e gestito dal Comune di Cleto, a sostegno dei nuclei familiari con almeno tre figli minori. Per l’anno 2021 l’importo è pari in misura intera a 145,14 euro mensili per tredici mensilità. L’assegno non costituisce reddito ai fini fiscali e previdenziali. Il diritto decorre dal primo gennaio di ogni anno o comunque dal primo mese in cui si siano raggiunti i requisiti.   Per maggiori informazioni clicca sul link

ISCRIZIONE AL NIDO COMUNALE D’INFANZIA  PERIODO EDUCATIVO 01.02.2021 – 30.06.2021

Notizie dal Comune

ISCRIZIONE AL NIDO COMUNALE D’INFANZIA PERIODO EDUCATIVO 01.02.2021 – 30.06.2021

ISCRIZIONE AL NIDO COMUNALE D’INFANZIA – PERIODO EDUCATIVO 01.02.2021 – 30.06.2021 CLICCA SUL LINK PER SCARICARE LA DOCUMENTAZIONE

GUIDA AI PAGAMENTI CON PAGOPA

Notizie dal Comune

GUIDA AI PAGAMENTI CON PAGOPA

Da oggi è accessibile a tutti il portale dei pagamenti spontanei attivo 24h, che consente a cittadini e imprese di effettuare ogni pagamento nei confronti del Comune di Cleto. Un sistema di pagamento semplice, standardizzato, affidabile e non oneroso per la PA e più in linea con le esigenze dei cittadini.   Seguendo l’insegna “paga con pagoPA“, sulla Home page del Sito Istituzionale dell’Ente http://www.comune.cleto.cs.it/ , sarà possibile effettuare i pagamenti on-line con carta di credito/debito, tramite conto corrente (bonifico bancario), oppure selezionando altri sistemi (PayPal o simili).   Quali sono i servizi del Comune di Cleto che si possono pagare con PagoPA? Dal portale dei pagamenti spontanei è possibile effettuare pagamenti con PagoPA per: Mensa scolastica Servizio scuolabus Servizi cimiteriali Lampade votive Sanzioni amministrative Diritti SUAP Urbanistica/Edilizia Rilascio Carte Identità Elettroniche Nolo spazi comunali   Come posso effettuare un pagamento? Dalla homepage basta cliccare sul bottone “Paga con PagoPA” per accedere alla sezione “pagamento spontaneo” dove è possibile selezionare un servizio tra quelli disponibili sulla piattaforma: seguendo la procedura guidata, e senza alcun tipo di registrazione, viene generato un nuovo avviso che può essere pagato comodamente online in tutta sicurezza. Per chi lo preferisse, è possibile stampare l’avviso generato da saldare presso uno degli operatori che aderiscono al sistema PagoPA (ATM, Uffici Postali, Banche, Tabaccai, distributori, centri commerciali, ecc.). Una volta concluse le operazioni di pagamento, viene inviato all’indirizzo di posta elettronica inserito una ricevuta che può essere utilizzata come attestazione dell’avvenuto versamento e per eventuali detrazioni fiscali.     Il Responsabile dell’Area Amministrativa Dr. Salvatore Paonessa    

Da gennaio 2021 i bonus sociali saranno riconosciuti automaticamente

Notizie dal Comune

Da gennaio 2021 i bonus sociali saranno riconosciuti automaticamente

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda, come stabilito dal decreto legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157.   PER ULTERIORI INFORMAZIONI CLICCA SUL LINK

archivio Notizie dal Comune

torna all'inizio del contenuto